Carrello

Il carrello è vuoto
Distribuzione
Dove trovare i nostri libri

Attilio Bolzoni - La scomparsa del Caravaggio. Misteri dell’arte

glifo_edizioni_la_scomparsa_del_caravaggio_attilio_bolzoni
10,00 € cad. Out of stock
+

ATTILIO BOLZONI - La scomparsa del Caravaggio. Misteri dell'arte, edizione cartacea in italiano


Guarda la preview

autore: Attilio Bolzoni
formato
: 12,8 x 16,9 cm
tipologia: testo teatrale con saggi introduttivi. Immagini a colori
fotografie: Letizia Battaglia, Rosellina Garbo
lingua: italiano
legatura: brossura filo refe
pagine: 88
ISBN: 9788898741205

La scomparsa del Caravaggio di Attilio Bolzoni è il testo dell’opera teatrale Il Caravaggio rubato di Giovanni Sollima, spettacolo co-prodotto dal Teatro Massimo di Palermo e dal Teatro Massimo Bellini di Catania.
L’opera ha debuttato al Teatro Massimo di Palermo il 5 marzo 2016.

Arte, cronaca, mafia. La scomparsa della Natività di Caravaggio dall’oratorio di San Lorenzo, avvenuta a Palermo nel 1969, rimane un caso irrisolto. Un mistero, un furto che non è solo un furto. Attilio Bolzoni ci conduce per mano attraverso le viuzze della città per delineare una cronaca palermitana lunga più di trent’anni. L’immaginario evocato prende forma negli scatti della celebre fotografa Letizia Battaglia. Ricordi, indizi, inchieste che si dipanano a partire dal furto di una delle opere d’arte più ricercate al mondo.

Saggi introduttivi di Attilio Bolzoni, Giovanni Sollima, Cecilia Ligorio, Igor Renzetti.
 

AUTORE

Attilio Bolzoni inizia la sua attività giornalistica alla fine degli anni Settanta come cronista del quotidiano “L’Ora” di Palermo. Dal 1982 è giornalista di “la Repubblica”. Autore di inchieste sulla mafia siciliana e sul Mezzogiorno d’Italia, ha firmato reportage dai Balcani a Kabul, dal Magreb a Bagdad. È scrittore, autore di testi teatrali, sceneggiatore di mini-serie televisive e regista di documentari sulla libertà di stampa e sulla mattanza dei giornalisti in Messico (Silencio, 2015). Ha pubblicato Parole d’Onore Teatro (Glifo 2014), Uomini Soli
(Melampo 2012), Faq Mafia (Bompiani 2010), Parole d’Onore (Rizzoli 2008), con Giuseppe D’Avanzo Il capo dei capi (Rizzoli 2007) e La giustizia è Cosa Nostra (Mondadori 1995).
Nel 2009 vince il Premio Lucchetta e il Premio È Giornalismo (creato da Indro Montanelli, Enzo Biagi e Giorgio Bocca), nel 2013 il Premio Nazionale Giuseppe Fava.

TPL_GLIFOX1_ADDITIONAL_INFORMATION