Carrello

Il carrello è vuoto
Distribuzione
Dove trovare i nostri libri

La giustizia è Cosa Nostra

glifo_edizioni_-_la_giustizia__cosa_nostra_-_copertina_-_small_stroke_432470049
18,00 € cad. Out of stock
+

Attilio Bolzoni, Giuseppe D’Avanzo - La giustizia è Cosa Nostra, edizione cartacea in italiano

autori: Attilio Bolzoni, Giuseppe D’Avanzo
contributi
: Sebastiano Ardita, Antonio Balsamo, Piercamillo Davigo, Giuseppe Di Lello, Pietro Grasso, Leonardo Guarnotta, Alfonso Sabella, Luca Tescaroli, Giuliano Turone.
illustrazioni: Alessandro Bazan
formato: 14 x 18,5 cm

tipologia: saggio, legalità, giustizia
lingua: italiano
legatura: brossura filo refe
pagine: 248
ISBN: 9788898741465

RASSEGNA STAMPA
Tv2000, "Siamo Noi", 10 gennaio 2019, Luigi Ciotti, Paolo Borrometi e il Procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho
Il Mattino, 9 gennaio 2019, Marco Perillo
la Repubblica, 7 gennaio 2019, Attilio Bolzoni
il Venerdì di Repubblica, 4 gennaio 2019, Enrico Bellavia


pdf download icon   Download la scheda del libro

«Non si va dal giudice a dire: devi fare questo e quest’altro… e nessuno dice: voglio i soldi… sono cose che succedono così…»

Dopo un quarto di secolo torna su carta un classico della letteratura di mafia, con storie di ieri che parlano di oggi. Scritto da Attilio Bolzoni e Giuseppe D’Avanzo, due fra i più apprezzati giornalisti italiani, il libro affronta il tema della giustizia aggiustata a cavallo fra gli anni Ottanta e Novanta.

Il volume è arricchito con i commenti «fuori registro» di autorevoli rappresentanti della magistratura italiana: Sebastiano Ardita, Antonio Balsamo, Piercamillo Davigo, Giuseppe Di Lello, Pietro Grasso, Leonardo Guarnotta, Alfonso Sabella, Luca Tescaroli, Giuliano Turone.


09.12.2018: Attilio Bolzoni e Pietro Grasso dialogano di fronte alle telecamere di Robinson (la Repubblica) su La giustizia è Cosa Nostra, libro ripubblicato da Glifo Edizioni

Dopo un quarto di secolo dalla sua prima pubblicazione (Mondadori, 1995), la La giustizia è Cosa Nostra torna su carta in una nuova edizione aggiornata e corredata da illustrazioni. Scritto a quattro mani da Attilio Bolzoni e Giuseppe D’Avanzo dopo Il capo dei capi (Mondadori, 1993), il libro racconta di giudici e di boss, di avvocati e di politici, di processi di mafia pilotati e di inchieste insabbiate, di Palazzi di Giustizia condizionati dal volere degli uomini d’onore. Bolzoni e D’Avanzo ricostruiscono alcune storie di giustizia «aggiustata» a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta, come quella dell’uccisione del capitano Basile, forse la più tormentata della storia giudiziaria dei processi di mafia. La seconda parte del libro approfondisce la figura di Corrado Carnevale e le centinaia di processi di mafia, camorra e ’ndrangheta cancellati dalla I sezione penale della Cassazione. Un viaggio dentro la Suprema Corte, alla vigilia della decisione finale sul maxiprocesso di Palermo. Un classico della letteratura di mafia, con storie di ieri che parlano di oggi.




Di chi si parla

Emanuele Basile, Corrado Carnevale, Mario D’Aleo, Claudio Lo Curto, Giangiacomo Ciaccio Montalto, Antonino Saetta…

Attilio Bolzoni (1955)
Giornalista di «Repubblica», scrive di mafie dalla fine degli anni Settanta. Da gennaio 2017 cura la rubrica «Mafie» da lui ideata, un blog su Repubblica.it alimentato dal contributo quotidiano di rinomati commentatori. Nel 2009 ha ricevuto il premio «È giornalismo». Ha pubblicato con Garzanti, BUR-Rizzoli, Bompiani, Melampo; con Mondadori, insieme a Giuseppe D’Avanzo, Rostagno: un delitto tra amici (1996), Il capo dei capi (1993), da cui è stata tratta l’omonima fiction.

Giuseppe D’Avanzo (1953-2011)
Giornalista. Le sue inchieste (Russiagate, Telekom Serbia, Nigergate, Ruby, Le dieci domande a Berlusconi…) hanno segnato la storia del quotidiano «Repubblica» rendendolo una delle firme più autorevoli della stampa italiana. Ha pubblicato: Il mercato della paura. La guerra al terrorismo islamico nel grande inganno italiano, con Carlo Bonini (Einaudi, 2006); con Attilio Bolzoni, Rostagno: un delitto tra amici (Mondadori, 1996), Il capo dei capi (Mondadori, 1993), da cui è stata tratta l’omonima fiction.

TPL_GLIFOX1_ADDITIONAL_INFORMATION